CAMPAGNOLO CAVALCA L'ERA DELL'INTERNET OF THINGS E LO FA INSIEME A THRON

Campagnolo, realtà storica nel mondo del ciclismo, è uno dei tanti esempi della qualità italiana in grado di conquistare livelli di eccellenza a livello mondiale: questo Brand, da alcuni definito un “love brand”, produce, sin dal 1933, trasmissioni, componenti e ruote per le bici da corsa di alta gamma e in virtù del fatto che le sue innovazioni, i suoi brevetti e i suoi prodotti hanno sostenuto le imprese dei più grandi campioni del ciclismo, viene identificato come icona del ciclismo moderno. Solo per citare i più grandi, Campagnolo ha servito ciclisti del calibro di Bartali e Coppi, Merks, Indurain, Pantani e Nibali.

Lo spirito pioneristico che contraddistingue il DNA di Campagnolo, in cui convivono aspetti quasi in antitesi come tradizione e innovazione, artigianalità e presenza sui mercati globali, ci ha spinto, per anticipare ancora una volta i nostri competitors, a intraprendere un percorso di Digital Transformation per rendere l’azienda più efficiente nella comunicazione digitale.

Lo sfida di oggi è quella di continuare a condividere i nostri valori, il nostro credo e il nostro approccio al mondo del ciclismo servendoci dei modi e dei mezzi propri dell’era digitale: THRON ci ha dato una grossa mano in questa operazione, ci ha permesso con la sua centralizzazione in un’unica piattaforma di tutti i contenuti di marketing e prodotto di ridurre a zero l’effort per la gestione degli asset. Infatti, una volta caricati i contenuti in piattaforma, questi vengono veicolati su qualsiasi canale di pubblicazione.

Sono diversi, infatti, i canali collegati a THRON, soprattutto quelli ad accesso rivervato come la Press Area (è ad uso esclusivo dei giornalisti) e la Trade Area (dedicata ai distributori e a una selezione di dealer). THRON diventa quindi, per quanto riguarda la Trade Area, il mezzo per capire quali sono gli argomenti che attraggono il singolo cliente in modo da poter avviare un dialogo con lui e cucirgli su misura offerte personalizzate in linea con i suoi interessi per una customer experience sempre più soddisfacente. Il risultato è una Single Customer View, un “bacino di raccolta” degli interessi dei nostri clienti che è aggiornato in tempo reale.

L’obiettivo è duplice: da una parte si vuole offrire una customer experience sempre più coinvolgente, dall’altra si vuole sfruttare i dati strategici sugli interessi dei clienti per far crescere il business.

La nostra muovissima app, che si chiama MyCampy, al giorno d’oggi disponibile per i device Android e presto pubblicata sull’Apple Store, è stata collegata a THRON: con questa, gli appassionati non solo potranno gestire l’utilizzo e il mantenimento della loro bici in modo integrato, ma anche ottenere il massimo in termini di valutazione delle loro prestazioni attraverso i nuovi gruppi elettronici Campagnolo EPS V3. Si uniscono le bici alle persone, per dirla in breve, collegando i dati biometrici ai dati “tecnici” e prestazionali della propria bicicletta.

 

L’app, insieme a una nuova attività di messaggistica che si “attiva” al momento di revisionare e/o sostituire il prodotto (si tratta di una novità assoluta per il mondo del ciclismo!), fornisce un ottimo servizio al cliente ma allo stesso tempo restituisce a Campagnolo un feedback utilissimo sul gradimento e sulle prestazioni del prodottto, informazioni preziose per far crescere il business.  A breve la tecnologia THRON verrà implementata anche in Fulcrum, il secondo Brand del gruppo Campagnolo.

 

Marco Frealdo

Former Digital Marketing Manager @ Campagnolo

Una laurea in Economia e due MBA, entra in Campagnolo nel 2010. Oggi guida questo brand storico attraverso le sfide che la trasformazione digitale comporta.