FAQ & Info

Tecnologia, Sicurezza e Intelligenza Artificiale

I contenuti dei nostri clienti sono il valore che dobbiamo custodire, perciò abbiamo disegnato THRON ponendo grande attenzione ai temi legati alla protezione del know-how aziendale e alle performance. 
 
A partire dalla scelta dei linguaggi di programmazione, per arrivare all’infrastruttura tecnologica di base, ogni componente di piattaforma si sviluppa a partire dai principi di sicurezza, scalabilità e affidabilità tecnologica. 
 
Grazie all'uso dei algoritmi di Machine Learning è stato possibile sviluppare un Software as a Service innovativo e adatto alle esigenze di qualunque business, riducendo la complessità del marketing nella gestione dei contenuti.
 

Software as a Service

THRON è stato progettato con moderne tecnologie proprio per essere un Software-as-a-Service nativo per il cloud. Si assicura così a ciascun utente la disponibilità, le performance e l’accessibilità worldwide, sia dei contenuti che di tutte le funzionalità. La piattaforma è costruita per essere connessa facilmente con workflow on-premise, come ad esempio content authoring suites e applicazioni mobile.
Certo. THRON è progettato su infrastrutture cloud per far evitare interruzioni di servizio per ogni singola componente del sistema. Nel caso un servizio non fosse disponibile per un problema tecnico, lo stesso sarà ripristinato automaticamente, come riportato nel documento “Termini e condizioni generali”.
In linea con la trasparenza che si vuole garantire a tutti i Clienti, THRON rende disponibile una dashboard on-line certificata da terze parti con lo stato di tutti i servizi e un’area di Incident Report, SLA mensile ottenuto dalla piattaforma.
THRON Marketplace include sia applicazioni progettate da THRON che altre progettate dai partner. Ogni fornitore è responsabile di garantire lo SLA e della sicurezza, relativamente alle proprie applicazioni. Assicuratevi di controllare sempre il fornitore e le condizioni generali stabilite per ogni applicazione.

Tecnologia

THRON è nativamente progettato per gestire automaticamente i picchi di carico inattesi. È stato progettato nativamente su architetture cloud elastiche: ciò significa che la piattaforma riesce automaticamente ad aumentare e diminuire le risorse sulla base della richiesta di carico. Immaginate che una notizia locale si diffonda, e quindi una grande quantità di utenti inizi ad arrivare sul vostro sito, in cerca di un certo video o di una galleria fotografica. Oppure pensate ad una campagna pubblicitaria che diventa improvvisamente virale. Grazie a THRON ci si può dimenticare dei problemi di scalabilità per concentrarsi esclusivamente sul successo delle campagne.
THRON ha tutte le caratteristiche all’avanguardia per permettere ai tuoi contenuti di raggiungere gli utenti nel miglior modo possibile.
Rete di distribuzione di contenuti integrata, streaming bitrate adattivo, possibilità di modificare le immagini in tempo reale, lazy loading degli asset e altre ottimizzazioni vi garantiranno sempre le massime performance con il minimo impatto possibile sui dispositivi dei clienti (sappiamo quanto sia importante preservare la batteria dello smartphone!).
Il modulo addizionale “China Delivery” inoltre ti assicura le massime performance anche all’interno del territorio cinese.
Documentazione Tecnica »
La piattaforma THRON è dotata di APIs pubbliche, documentate e consultabili direttamente dal portale Help, in grado di facilitare l’integrazione con sistemi terzi sia per la parte Digital Asset (CMS e Applicazioni), che per l’integrazione dei dati di Content Intelligence (con CRM, PIM, DMP).
Developers Portal »
No. Nel caso di grandi organizzazioni con sedi con molteplici utenti che devono accedere ai contenuti del DAM Intelligente, THRON permette di risparmiare banda internet utilizzando il modulo addizionale Multimedia Proxy. Questa funzionalità garantisce agli utenti intranet la fruizione di tutti i servizi THRON senza congestionare la rete stessa. Potrete, inoltre, ottimizzare il consumo di banda intranet durante l’utilizzo dei contenuti multimediali live e on-demand nella vostra rete aziendale.
No. THRON usa le migliori Content Delivery Network mondiali e le gestisce automaticamente, Cina compresa. Non dovrai quindi preoccuparti di gestire le configurazioni CDN, pulire la cache, eccetera: fa tutto THRON.
Documentazione Tecnica »
THRON è stato progettato per le architetture cloud e sfrutta self-provisioning delle componenti, è quindi in grado di adattarsi dinamicamente o scalare, per far fronte a interruzioni di servizi specifici o carichi imprevisti.
Ogni componente dell'infrastruttura è ridondante o fa parte di un cluster con "master promotion" automatico, in modo tale che la continuitàdel servizio sia sempre automaticamente perseguita.
I Termini e le condizioni d'uso di THRON dichiarano lo SLA che garantiamo ai nostri clienti, come prova del nostro impegno nella continuità operativa.

Sicurezza dei dati e privacy - Documentazione

THRON gestisce due diversi tipi di utenti: i contatti (che accedono ai contenuti) e gli utenti della piattaforma (che accedono alla consolle di THRON).
L’espressione "informazioni di identificazione personale” (PII) si riferisce generalmente all’identificazione delle informazioni relative ad un utente, come il nome, l'indirizzo, il numero di telefono e l'indirizzo e-mail.
THRON non raccoglie PII dei contatti a meno che gli utenti non scelgano deliberatamente di divulgare tali informazioni, consegnandole tramite interfacce o applicazioni del cliente, ad esempio compilando form o caselle di testo.
I clienti di THRON, in quanto titolari dei dati, devono informare gli utenti e acquisire da loro il consenso alla raccolta delle PII nel rispetto del regolamento generale sulla protezione dei dati.
THRON raccoglie informazioni di identificazione non personale (“Non-PII”), per identificare i computer con i quali ha già interagito in precedenza. Per esempio, utilizzando le Non-PII, THRON può identificare un computer che ha visto precedentemente un contenuto.
Attraverso la raccolta e l'uso delle Non-PII offriamo una gamma di servizi per consentire ai nostri clienti di mostrare ai loro utenti i contenuti più utili e rilevanti sui siti web e per evitare che lo stesso contenuto sia mostrato troppe volte alle stesse persone.
Per quanto riguarda gli utenti, THRON raccoglie nome, cognome e indirizzo e-mail< al fine di fornire loro l’accesso e gestire lo strumento.
Possiamo rivelare a terzi le non-PII di un utente quando siamo obbligati a farlo per legge e al fine di indagare, prevenire o intraprendere azioni in merito ad attività sospette o vietate (incluse, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, frodi e situazioni che implicano potenziali minacce alla sicurezza fisica di qualsiasi persona).
Inoltre, se consentito dalla legge applicabile, possiamo anche divulgare e fornire l’accesso alle PII e alle Non-PII di un utente ai nostri fornitori di servizi e collaboratori che lavorano per noi. Tuttavia, tali fornitori e collaboratori non sono autorizzati a utilizzare le informazioni per scopi diversi dalla fornitura di servizi a THRON.
  • Clienti di THRON: i clienti di THRON (che sono i “Titolari dei dati”) hanno accesso ai dati relativi ai contatti per le finalità indicate nella Privacy Policy; i “Responsabili al trattamento” sono autorizzati ad accedere ai dati per lo svolgimento delle proprie funzioni.
  • Personale autorizzato di THRON: il personale tecnico e qualificato di THRON ha accesso ai dati della Content Intelligence, ma solo per la manutenzione del software e della piattaforma.
  • Autorità pubbliche: tutti i dati potrebbero essere consegnati alle autorità pubbliche qualora lo richiedessero per legge.
  • Circolazione: le informazioni personali degli utenti non vengono fatte circolare. Comunque, alcuni dettagli come il nickname e/o l’immagine del profilo e qualunque altra informazione pubblicata da un utente sul suo profilo, o attraverso altre vie di comunicazioni sul Service, saranno accessibili ad altri utenti nel momento che l’utente in questione decida di prendere parte al blog o accedere alla Community. Alcune informazioni personali fornite dall’utente potrebbero anche circolare durante specifici eventi, come ad esempio concorsi online o promozioni.
I termini e le condizioni di THRON stabiliscono (paragrafo n. 20) che THRON è responsabile del trattamento dei dati del Cliente, pertanto la proprietà intellettuale dei dati è del Cliente ma i dati sono depositati nella piattaforma THRON per consentire il trattamento degli stessi.
È possibile controllare la privacy policy estesa ed effettuare l'opt-out dal riconoscimento dei dispositivi su: https://[yourdomain]-cdn.thron.com/shared/assets/privacy/extendedprivacy.html
I dati sono depositati in Irlanda, Europa.
THRON è sviluppato ispirandosi alle direttive OWASP e seguiamo le best practices più moderne per proteggere i dati dei consumatori.
Alcuni aspetti fondamentali:
  • Dati in transito: la trasmissione dei dati è cifrata (protocollo HTTPS).
  • Dati in archivio: archivi e database sfruttano l’archivio cifrato grazie al Key Management System.
  • THRON è un sistema multi-tenant, quindi ogni informazione del cliente ha una separazione logica all'interno della stessa infrastruttura fisica.
  • L’accesso ai dati è protetto dal “controllo di accesso” e dispone di funzionalità di ispezione complete.
  • I nostri processi e le tecnologie rispettano le normative italiane sulla privacy e sulla sicurezza, tra le più restrittive al mondo.
THRON rispetta il regolamento europeo generale sulla protezione dei dati (GDPR).
È possibile visualizzare i dati raccolti, la finalità del trattamento, dove vengono memorizzati e come viene protetto l’accesso e garantita integrità e disponibilità degli stessi nella privacy policy disponibile in ogni ambiente THRON.
L’informativa estesa è disponibile a url del tipo https://[yourdomain]-cdn.thron.com/shared/assets/privacy/extendedprivacy.html , come ad esempio: https://contarini5-cdn.thron.com/shared/assets/privacy/extendedprivacy.html
Al fine di assicurare i massimi livelli di sicurezza e l’integrità dei dati, nonché la possibilità per il Cliente di recuperare eventuali dati andati perduti, THRON è dotato delle seguenti funzionalità:
  • cifratura delle informazioni: i file inviati e le relative elaborazioni automaticamente effettuate sono memorizzati con cifratura Advanced Encryption Standard (AES) 256, con chiave simmetrica a 256-bits.
  • Cifratura della trasmissione (attiva di default): ogni cliente ha facoltà di attivare la cifratura del canale di trasmissione tramite protocollo HTTPS e di limitare l’erogazione delle informazioni tramite tale protocollo di cifratura.
  • Ridondanza delle informazioni: i dati sono memorizzati in forma replicata su più data center fisicamente distinti e configurati in alta disponibilità.
THRON non memorizza mai la password del cliente (infatti non puoi mai recuperare la tua password, ma solo sostituirla). Il database delle password contiene hash unidirezionali, in modo che THRON possa sapere se hai eseguito una corretta autenticazione, ma un potenziale aggressore non sarà in grado di recuperare le password se rubasse i dati dal nostro database.
Ricordiamo anche che i database si basano su un archivio crittografato. Tutte le richieste di autenticazione utilizzano solamente protocollo HTTPS.
In conformità alla legge, THRON deve segnalare alle autorità locali qualunque attacco o minaccia rilevata; per questo motivo è obbligatorio richiedere la concessione ad eseguire qualsiasi tipo di test (scansione di vulnerabilità o tentativo di sfruttamento del sistema) al fine di separare i test dagli attacchi reali.
Non consentiamo che la valutazione della vulnerabilità e il test di penetrazione vengano eseguiti sul nostro ambiente di produzione per salvaguardare i nostri clienti.
Tuttavia, è possibile contattare infosec@thron.com per pianificare un test di penetrazione su un ambiente dedicato, identico a quello ufficiale. L'ambiente dedicato ha la stessa architettura, le stesse versioni del software, la stessa configurazione di quello di prodotto e sarà creato appositamente per eseguire la valutazione.
THRON è un SaaS nativo per il cloud, quindi tutti gli ambienti sono gestiti tramite automatismi e possono essere dinamicamente approvvigionati e rimossi.
Gli esiti di penetration test e altri assessment di sicurezza devono essere condivisi con THRON.
THRON è sviluppato seguendo le best practices OWASP.
Sì, THRON ha piena proprietà industriale e intellettuale di tutta la piattaforma e, nel caso di servizi erogati da terze parti / partner tecnologici, ha acquisito i relativi diritti di utilizzo commerciale.
Se desideri far eliminare i tuoi dati personali o scaricare tali dati per verificarne la veridicità ti consigliamo di farlo richiedendolo direttamente al Titolare dei dati (Azienda che utilizza THRON per erogare il servizio), in tal modo avrai una visione (o una rimozione) completa dei dati personali che ti riguardano. In ogni caso puoi chiedere la rimozione o lo scaricamento dei tuoi dati posseduti da THRON tramite l’invio di una email a support@thron.com ove svolgeremo alcune attività di accertamento della tua identità prima di procedere all’attuazione della richiesta.
Puoi anche fermare in qualunque momento il monitoraggio delle tue informazioni. Ti preghiamo di leggere l’informativa sulla privacy e, successivamente, la policy estesa, inserendo in questo link d’esempio i dati richiesti:
https://[yourdomain]-cdn.thron.com/shared/assets/privacy/extendedprivacy.html

Intelligenza Artificiale e Machine Learning - Documentazione

L’analisi dei testi si affina sempre di più grazie alla costante evoluzione della linguistica computazionale.
Documenti e testi passano per una fase preliminare di stemming e tokenization, realizzabile in undici lingue.
Le parti di testo che sono rilevanti per il significato complessivo di un certo documento vengono distinte da quelle che non lo sono.
Gli elementi testuali rilevanti vengono poi ingeriti da vari< classificatori. A questo punto, il sistema estrae dal documento anche quelle nozioni non derivabili direttamente dalle parole usate per esprimerle (risolvendo così anche le ambiguità), e che non sono legate ad un linguaggio specifico (dallo stesso documento tradotto in linguaggi differenti saranno estratti infatti gli stessi concetti).
THRON, quindi
  • riconosce il contesto e il concetto espresso in un testo
  • risolve le disambiguazioni
  • aggrega concetti espressi in lingue diverse nella stessa nozione
  • prende e assimila i concetti nuovi che, da allora in avanti, sarà in grado di riconoscere.
Utilizzando queste informazioni, il motore semantico accorpa nozioni diverse ma afferenti alla stessa sfera concettuale, identificando un topic. Successivamente, assegna in automatico le tag rilevanti a ciascun documento, tenendo anche presente il tag dictionary della vostra azienda.
La rete neurale convoluzionale sta alla base della tecnologia di riconoscimento visuale dei motori AI di THRON.
Elementi visuali e pattern vengono estratti dalle immagini e, successivamente, vengono applicati a modelli che identificano oggetti e caratteristiche. Questi sono i concetti che poi, combinati assieme, producono le tag che rappresentano il contenuto dell’immagine.
Con questa stessa metodologia THRON riconosce e analizza anche i contenuti di tipo video (funzionalità che sarà disponibile entro il 2018).
Gli utenti di THRON possono definire la loro propria tassonomia nel Tag Center. La tassonomia ufficiale può essere stabilita dai vostri stessi uffici marketing e sales, così THRON taggerà anche rispettando la strategia aziendale.
Se si imposta una relazione tra le tag, questa verrà automaticamente trasferita anche ai concetti corrispondenti.
Le tag che compongono la tassonomia possono essere strutturate:
  • in una relazione di eredità, ovvero alcune caratteristiche, come i medatada personalizzati, vengono trasmessi dalle tag parent alle relative children
  • in una relazione di combinazione, ovvero una tag viene inserita in un’altra, portando con sé tutti i contenuti a cui è associata.
Certo, anche questo è uno dei vantaggi offerti dai motori AI di THRON, ossia la possibilità di fare ricerche sugli argomenti dei contenuti. Per esempio, qualcuno potrebbe cercare genericamente “immagini di matrimoni”, oppure documenti che abbiano come tema la “microeconomia”. Un meccanismo di autocompletamento nel dizionario dei concetti permette agli utenti di attingere facilmente a tutta la conoscenza che risiede in THRON.
THRON riconosce gli interessi di ogni persona analizzando gli argomenti relativi ai contenuti che l’azienda mette in rete e che poi vengono visti da ogni singolo utente.
Ciò è possibile perché THRON applica a ciascun asset digitale le tag appropriate. In questo modo si può scoprire a cos’è interessato l’utente che ha consultato un preciso contenuto.
Grazie al suo motore comportamentale THRON produce una rappresentazione sintetica ed esaustiva di tutti gli interessi espressi da un certo contatto. Le tag vengono collegate con gli utenti che hanno consultato contenuti con quelle stesse tag e viene poi misurata la frequenza di interazione tra i due.
Ovviamente, ci potrebbero essere dei concetti sovrarappresentati, per esempio “automobile” se siamo in un’azienda automobilistica. Per ovviare al problema, l’algoritmo di THRON prende in considerazione anche l’indice di raritàdelle tag.
Un altro aspetto da tenere presente è che l’importanza di un certo argomento per un individuo può cambiare nel tempo. Per questa ragione, l’algoritmo di analisi comportamentale dà meno peso agli eventi passati rispetto ai più recenti.
Il comportamento dell’utente è dinamico per natura: cambia a seconda delle mode, con le abitudini, a causa di influenze esterne. THRON prende in considerazione questo dinamismo quando crea il profilo dei contatti o propone loro contenuti.
Anche le tassonomie sono dinamiche. THRON permette di aggiornare le proprie tassonomie in qualsiasi momento. Quando viene effettuato un cambiamento sulla tassonomia, THRON lo propaga a ritroso su tutto lo storico di ogni utente, aggiornando di conseguenza i profili e adeguando le raccomandazioni. In questo modo, l’approccio alla tassonomia è incrementale, cioè la si costruisce passo dopo passo, capendo sul campo e nel tempo quali siano i dati più rilevanti per l’azienda.
Il motore di raccomandazione dei contenuti di THRON adotta un approccio Machine Learning altamente evoluto, e non raccomanda semplicemente basandosi su tag simili, ma unisce in tempo reale gli interessi degli utenti, i content topic e le interazioni che gli utenti hanno con contenuti e canali.
Questo approccio è conosciuto come “ibrido” perché combina tecniche basate sul contenuto e tecniche collaborative; in questo modo si mitiga il problema di raccomandazione che si crea quando si hanno pochi dati su cui basarsi.
Nell’approccio basato sul contenuto, i contenuti e i contatti sono rappresentati come una serie di caratteristiche (argomenti e interessi) da cui deriva un indice di somiglianza. In questo caso la raccomandazione è basata sull’idea che ad un utente piacerà un contenuto che ha caratteristiche che corrispondono ai suoi interessi.
Nell’approccio collaborativo, l’insieme di azioni fatte dagli utenti su un certo contenuto è interpretato come uno “storico”. Questo tracciamento delle azioni passate può poi essere analizzato per predire cosa potrà piacere ad un utente, basandosi su cosa è piaciuto agli altri prima di lui.

 

Vuoi saperne di più sui temi di
sicurezza, performance e integrabilità di THRON?
Contatta i nostri specialisti!